Vittime dell'Amianto

Stampa

 

Questa sezione è dedicata a tutte le Vittime dell'Amianto e ai loro familiari.

È stata pensata con il duplice fine di innescare un percorso virtuoso di mutuo aiuto tra i familiari delle vittime dell'amianto e tra le stesse vittime e per affermare che 4000 morti all'anno e le altre migliaia di vittime di patologie asbesto-correlate non sono numeri.

Per rivendicare i propri diritti e per affermare che la questione amianto non è un fatto passato, un rogo estinto. Da dimenticare.

No. Non c’è niente da dimenticare.

C’è ancora molto da fare.





Arru Tullio








ARRU Tullio

nato a Borutta (SS)  il 30 luglio 1951

deceduto a  Monserrato (CA) il 10 novembre 2010

Patologia Asbesto-Correlata

MESOTELIOMA PLEURICO SARCOMATOIDE

Luogo di Esposizione all'Amianto

Installazioni e Siti del Ministero della Difesa, Esercito.

Nota Biografica

Negli anni 70 inizia la carriera militare, in seguito a cui viene a contatto con l'amianto. I primi sintomi della malattia ,si manifestano nell'ottobre del 2009, con un dolore intercostale insistente. Dopo forti insistenze col medico di base, che minimizza la cosa per più di un mese, si fa prescrivere una radiografia toracica a fine novembre.

A questo punto il radiologo prescrive con la massima urgenza una visita pneumologica a cui segue un ricovero immediato.

Dopo più di un mese, tra ricovero, visite, biopsia, i medici non sono in grado di diagnosticare il mesotelioma, confondendolo prima con un “signor Arru stia tranquillo,non è nulla di grave", al "signor Arru la patologia polmonare è un secondarismo, dobbiamo trovare il tumore primitivo".

A questo punto si decide di andare a Milano, dove in meno di dieci giorni sono in grado di comunicarci la terribile diagnosi.

Inizia le cure chemioterapiche dopo circa un mese dalla diagnosi all'ospedale oncologico di Cagliari, che è in stretto contatto con il dottore Mutti a cui ci siamo rivolti dopo la diagnosi. Nonostante i cicli di chemio il dieci novembre 2010 avviene il decesso.

Valeria Arru ( figlia)



Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


B

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



CARBONI Giuseppe

 

 

 

 

 

 

CARBONI Giuseppe

nato a   SEUI (OG)  il 19 aprile 1942

Patologia Asbesto-Correlata

ASBESTOSI, BRONCOPATIA, PLACCHE PLEURICHE

Luogo di Esposizione all'Amianto

OGR (Officine Grandi Riparazioni) di Torino- Ferrovie dello Stato- Deposito Locomotive di Sassari e di Cagliari

Nota Biografica

Nato a Seui, il 19/4/1942. Nel 1970 comincia a lavorare nelle F.S. presso la rimessa locomotive di Chivasso, nell' Ottobre dello stesso anno viene trasferito presso la Ogr di Torino come addetto alla scoibentazione degli automezzi .Nel 1972 viene trasferito presso il deposito locomotive di Sassari e in seguito in quello di Cagliari, dove lavora fino al 1979.Nel Marzo del 1990 viene inserito nel "Progetto amianto malattia pregressa" che prevede il ricovero immediato in un reparto di Medicina del lavoro per i dipendenti F.S. che negli anni 70 avevano lavorato alla scoibentazione presso le sedi di Torino, Sassari e Cagliari. Manifesta i primi sintomi di broncopatia nel 1996. Nel 2000, dietro suggerimento medico, viene ricoverato in Medicina del lavoro ( sede di Cagliari ) per sospetta asbestosi. Segue un secondo ricovero, l'anno successivo, nel quale gli viene confermata l'asbestosi e la presenza di diverse placche pleuriche. Segue una battaglia con l'INAIL per il riconoscimento della malattia professionale che ottiene nel 2003. Nel 2005 fa richiesta alle F.S.  del riconoscimento di danno biologico ed è attualmente in attesa di sentenza da parte del Tribunale di Cagliari.

E' membro attivo dell'AFeVA Sardegna fin dalla sua nascita.


Carta Giovanni

 

 

 

 

 

 

 


Carta Giovanni

nato a Aggius (OT) il 17/06/42

deceduto a Ospedale di Tempio Pausania, il 06/07/14

PATOLOGIA Asbesto-correlata

MESOTELIOMA PLEURICO

LUOGO DI ESPOSIZIONE AD AMIANTO

Petrolchimica di Porto Torres (SS)

NOTA BIOGRAFICA.

Dopo una vita dedicata al lavoro, nel novembre 2012 viene diagnosticato il Mesotelioma Pleurico.

E' proprio mio padre appresa la situazione, ad avviare le pratica presso il sindacato di Sassari in quanto i medici erano stati chiari da subito.

Si trattava di malattia professionale. Morale della favola ?   Due pratiche respinte per insufficienza di prove. Sia presso il sindacato di Sassari che presso il sindacato di Olbia.

Fin quando, tramite ex colleghi di mio padre, abbiamo appreso l'esistenza della vostra associazione. Ora la pratica la portiamo avanti noi con voi, fiduciosi che le assurdità che abbiamo sentito fino ad ora dai vari sindacati, non vengano più ripetute.

Le figlie, la moglie e tutta la famiglia.

 


De Lana Rinaldo

De Lana Rinaldo

nato a  Lazise -VR-   il 29 dicembre 1925

deceduto a  Bussolengo -VR-  il  9 ottobre 1987

Patologia Asbesto-Correlata,

Mesotelioma Pleurico Sx

Luogo di Esposizione all'Amianto

Comune di Lazise -VR-

Operaio idraulico e manutentore caldaie del Comune

Nota Biografica

Dal 1962 e fino al decesso nel 1987, mio papà è stato dipendente del comune e il suo lavoro consisteva nella posa, riparazione e manutenzione delle condutture dell'acquedotto comunale e degli impianti di riscaldamento del Comune (Scuole materne, elementari, ecc.). Dagli anni 60 il Comune di Lazise ha avuto un grande incremento turistico, vennero costruiti alberghi, campeggi e case e il lavoro di adeguamento della rete idrica fu grandioso. Tagliava e posava tubi composti da acciaio catramato, polietilene, pvc e cemento amianto, compreso il crocidolite a secco. Tutto andò bene fino all'invero dell' '86 quando iniziò una tosse stizzosa accompagnata da conati di vomito, ma poi passava. Si pensava al freddo dell'invero e al suo lavoro all'aperto. Ma una domenica di maggio dell' '87, salendo le scale, entrò in casa pallido e sudato e gli mancava il respiro. ll giorno dopo viene inviato dal medico di base a fare delle radiografie, sembra una pleurite e l'8 maggio dell' '87 viene ricoverato. ll 22 maggio viene dimesso e per i medici è una pleurite, ma il 15 giugno un nuovo ricovero e nuovi accertamenti, ma con la TAC del 15 luglio si parla di mesotelioma pleurico. Viene tentata la decorticazione per dargli un po' di sollievo ma è stato tutto inutile. Viene dimesso il 23 settembre '87 per non ricoverarlo in lunga degenza e il 9 ottobre 1987 muore tra sofferenze indicibili.

Maria Teresa De Lana (figlia)


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



E

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



F

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Gallozza Vincenzo

 

 

 

 

 

 

 

 

GALLOZZA Vincenzo

nato a Sassari 24 aprile 1947

deceduto a Sassari 9 giugno 2014

Patologia Asbesto-Correlata:

Mesotelioma fibroso maligno della pleura

Luogo di Esposizione all'Amianto:

Stabilimento petrolchimico di Porto Torres

 

Nota Biografica

Primo figlio di una famiglia numerosa, come tante all'epoca, all'età di 16 anni subisce la perdita del padre, evento che lo costringe ad abbandonare gli studi presso il conservatorio di Sassari.

Nell'agosto 1964 trova impiego presso il sito industriale di Porto Torres con la qualifica di saldatore tubista, mansione che prevede la manutenzione agli impianti industriali con l'impiego quotidiano di materiali in amianto.

Nel 1966 conosce la donna che sposerà tre anni dopo e che gli darà due figlie,

All'età di 30 anni circa scopre una delle sue grandi passioni:-la corsa.

Inizia così la sua carriera sportiva come corridore amatoriale e negli anni la sua grande capacità di resistenza alla fatica flsica lo porta a vincere molte gare e a ricevere molti premi, un atleta con "una marcia in più" dicevano, era difficile tenergli testa. I suoi allenamenti erano quotidiani, riusciva a percorrere circa 20 km al giorno e alla domanda: "ma come fai a percorrere tanti km dopo un'intera giornata al lavoro " lui rispondeva: "io mi riposo mentre corro”. Ed era vero.

Il 31 dicembre 2001 raggiunge gli anni necessari al pensionamento e finalmente può dedicare più tempo alla famiglia e ad un'altra sua grande passione: il giardinaggio. Amava profondamente la natura e soprattutto i fiori.

Tutto viene improvvisamente interrotto nel novembre del 2013 dai primi sintomi della malattia a soli 66 anni.

Sette mesi di calvario per lui e anche per noi, così impotenti davanti a tanta sofferenza fisica e psichica, incapaci di comprendere a pieno ciò che stava succedendo e incapaci anche di alleviare il dolore di un uomo improvvisamente fragile e malato, condizione che non conoscevamo e che non conosceva lui soprattutto che ha sempre goduto di ottima salute.

Il 9 giugno del 2014 il suo cuore cessa di battere.

Non ci sono parole per descrivere a pieno chi era, posso provare a dire che era un uomo di animo buono ma forte come una roccia, pieno di allegria e di energia positiva, era un uomo affidabile e sempre presente pronto ad aiutare chiunque anche se gli era estraneo.

Per concludere posso affermare che è indescrivibile il vuoto che ha lasciato la sua morte fisica dentro di noi.

Personalmente come figlia, mi ritengo molto fortunata di averlo conosciuto e vissuto, non posso fare a meno di ringraziarlo per tutto quello che mi ha insegnato e non smetterò mai di ricordare il suo grande sorriso.

Tiziana Gallozza.

 


Tore Garau









GARAU Salvatore

nato a Sassari  il 22 maggio 1964

Patologia Asbesto-Correlata

PLACCHE PLEURICHE DIFFUSE BILATERALI (ASBESTOSI PLEURICA)

Luogo di Esposizione all'Amianto

Navi e Installazioni del Ministero della Difesa, Marina Militare.

Nota Biografica

Dal 2004, da quando ho capito che cosa è, mi batto con l'AFeVA Sardegna Onlus contro l'amianto e contro tutto il danno che provoca, in favore dei cittadini e di tutti i lavoratori. Nessuno escluso.

Il 29 luglio 2013, nell'ambito della Sorveglianza Sanitaria Gratuita, istituita dalla Regione Autonoma della Sardegna in favore degli ex Esposti all'Amianto, mi sono state diagnosticate le “PLACCHE PLEURICHE DIFFUSE BILATERALI (ASBESTOSI PLEURICA)”.

Mi sono arruolato volontario il 30 gennaio 1981 in Marina Militare Italiana, nei ranghi della quale ho svolto il servizio attivo per oltre 21 anni, 14 dei quali vissuti attivamente e fattivamente a bordo di navi da guerra, zeppe di amianto, della squadra navale di La Spezia nella qualità di specialista tecnico delle armi e circa uno da velista a bordo barche a vela militari e civili.

A seguito di un brutto incidente, accaduto a bordo di Nave Ardito nel novembre 1999, nel giugno 2002 sono stato costretto ad abbandonare il servizio attivo con il grado di Capo di 1^ Classe.

Le navi in cui ho prestato il mio onorato servizio a completa disposizione dello Stato sono in particolare: l'Audace, il Libeccio, il Maestrale e l'Ardito.

Nel corso di questa esperienza lavorativa alle dipendenze del Ministero della Difesa, Marina Militare,

Ho partecipato alle seguenti operazioni militari:

Sono stato insignito delle seguenti onorificenze:



Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



H

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



I

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



J

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



K

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica




L

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica





MARINI Filippo









MARINI Filippo Sebastiano

nato a La Maddalena (OT)  il  17 ottobre 1945

Patologia Asbesto-Correlata:

Carcinoma Maligno Colon

Luogo di Esposizione all'Amianto:

Arsenale Marina Militare Italiana di La Maddalena (OT)

Nota Biografica

Lavoravo presso l'arsenale M.M. a La Maddalena nel reparto saldatori e tubisti, con la qualifica professionale di saldatore autogeno ed elettrico. Le mie mansioni venivano svolte sopratutto all'interno delle navi di base a La Maddalena o in transito nostro arsenale;

spesso all'interno dei locali caldaia e macchina svolgevo lavori di saldatura e coibentazioni dei vari apparati danneggiati, anche li creando nubi di polveri di Amianto.

All'interno dell'officina quotidianamente venivo a contatto nel maneggiare manufatti coibentati con Amianto sia in corda che in lastre da rivestimento, nel tagliare i manufatti rivestiti di Amianto si sollevava una nube di polvere di Amianto che veniva inalato, nel passaggio successivo i manufatti venivano nuovamente saldati e ricoibentati con fibra di Amianto, il tutto si svolgeva senza nessun sistema di aspirazione.

Molti dei miei colleghi con cui ho svolto anni di lavoro, a causa dei veleni dell'Amianto oggi sfortunatamente non sono più tra noi, la loro morte è il più grande testimone dei danni avuti dall'Amianto.


Mariotti Bruno

 

 

 

 

 

 

 

MARIOTTI Bruno

nato a Massa (MS) 12 dicembre 1954

Patologia Asbesto-Correlata:

Ispessimenti a placca della pleura parietale delle regioni apicali di entrambi i lobi inferiori alcuni con presenza di calcificazioni in accordo con quadro TC di ASBESTOSI.

LUOGO DI ESPOSIZIONE AMIANTO:

Navi Militari per un periodo di 17 anni.

Nota Biografica

1° Mar.llo LGT. Mn MARIOTTI BRUNO

Mi sono arruolato volontario il 31 agosto 1970, avevo 15 anni e 8 mesi.

Dopo il corso a La Maddalena come motorista navale sono stato imbarcato sui dragamine di legno vecchi e pieni di amianto.

Ad ogni avaria sulle tubolature dovevamo togliere il vecchio amianto e dopo la riparazione rimettere le guarnizioni di amianto che veniva ritirato in magazzino tramite la modellistica di bordo.

Non sapevo cosa era l'amianto....non avevo protezioni....non sono stato awisato della pericolosità del materiale che usavo quotidianamente per le riparazioni e sostituzioni di apparati motori.

Dopo un inverno passato con la bronchite fissa e tosse persistente il medico di famiglia mi ha consigliato una tac, eseguita all'ospedale di CECINA, e la diagnosi è come riportata sopra.

Il medico mi ha consigliato di fare una vita regolare....non fumo e non ho mai fumato....non bevo e non ho mai bevuto....

e spero di continuare cosi, e spero che l'amianto rimanga dormiente per farmi vivere con i miei nipoti.


MULA Antonio










MULA Antonio

nato a Noragugume (NU)    il 30 ottobre 1948

deceduto a La Maddalena il 25 dicembre 2010

Patologia Asbesto-Correlata

Mesotelioma pleurico dx

Luogo di Esposizione all'Amianto

Navi Militari

Nota Biografica

Il mio Papà si arruolò in Marina nel 1965, con la qualifica di Meccanico Motorista.

Iniziò quasi subito a navigare su varie navi, tra cui: Centauro, Buffoluto, Artigliere, Canopo, Doria.

Si congedò nel 1973, esercitando una professione totalmente differente dalla precedente.

Nel 2010, dopo ben 45 anni dall'esposizione all'amianto, ecco insorgere i primi sintomi, fiato corto e dolori al petto,

sin dai primi controlli, capirono che si trattava di Mesotelioma pleurico, dopo una decina di giorni decisero di tentare un intervento per alleggerire la respirazione, subito dopo iniziò la chemio, con pessimi risultati.

Abbiamo tentato vari consulti medici in giro per l'Italia, ma con esiti negativi.

Purtroppo dopo tanta sofferenza, il 25 Dicembre del 2010 venne a mancare.

Barbara Mula ( figlia)


NASTRO Giovanni Battista

 

 

 

 

 

 

 

 

NASTRO Giovanni Battista

nato a Castellammare di Stabia il 24.11.1952

deceduto a La Maddalena il 16.05.2013


Patologia Asbesto-Correlata

Mesotelioma Pleurico

Luogo di Esposizione all'Amianto

Arsenale Marina Militare Italiana di La Maddalena (OT) - Marifari - Marinarsen-

 

Nota Biografica

In servizio dal 1987 come personale civile “autista meccanico specializzato” del Ministero Difesa, prima a Marifari e poi a Marinarsen, veniva impiegato nella movimentazione dei carichi di qualsiasi natura, provenienti da imbarcazioni e navi militari in sosta o in transito presso la base. Durante queste operazioni di movimentazione, demolizione e rimozione di tutti questi materiali inquinati, è innegabile l’esposizione all’amianto cui è stato sottoposto e di conseguenza la malattia dipendente da causa di servizio.

 


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



O

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica




 


 

 

PIA Raimondo

PIA Raimondo

 

 

 

 

 

 

 

PIA Raimondo

nato a URAS (OR)   il 21.09.1942

deceduto a CAGLIARI     il  9.07.2016

Patologia Asbesto-Correlata  k Polmonare con Asbestosi

Luogo di Esposizione all'Amianto Navi e Installazioni Militari

PIA Raimondo Nota Biografica

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



Q

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



R

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



Sangaletti Ornella









Sangaletti Ornella

nata a Milano  il  20 maggio 1957

Patologia Asbesto-Correlata

MESOTELIOMA PERITONEALE PAPILLIFERO BEN DIFFERENZIATO

Luogo di Esposizione all'Amianto

Milano, Ditta Chimica-Farmaceutica ARCHIFAR

Nota Biografica

L'insorgere e lo sviluppo della malattia è stata la conseguenza diretta dell'esposizione all'amianto negli anni 70 presso la ditta Archifar dove la sottoscritta in qualità di operaia, procedevo all'interno di un contenitore di eternit al lavaggio di tutte le provette, degli attrezzi e degli alambicchi che venivano utilizzati dai Periti Chimici per la ricerche dei nuovi farmaci. Successivamente procedevo alla sterilizzazione di questi attrezzi in un forno elettrico ad alta temperatura calzando, per quest'ultima operazione guanti in amianto. Inoltre eseguivo la pulizia del locale e del bancone dove venivano svolti esperimenti.

I ricercatori facevano normalmente uso, senza precauzioni, di materiale in amianto quali guanti per maneggiare oggetti caldi, corde di amianto proteggere le colonne di distillazione, tavolette di amianto da spezzare alla bisogna conservare il calore di apparecchiature in vetro.

Nel 2001 durante un normale intervento chirurgico di "Laparoisterectomia annessiectomia bilaterale", i medici si sono trovati difronte ad una neoformazione peritoneale e sottoperitoneale, e di conseguenza dovettero procedere all'asportazione.

Dopo successiva indagine istologica mi diagnosticarono che si trattava di “Mesotelioma Papillifero ben differenziato” quindi mi sono sottoposta a diversi cicli di chemioterapia.

A causa di recidive, sono stati necessari altri tre interventi chirurgici (nel 2003, nel 2004 e nel 2010) quest'ultimo altamente demolitivo, di citoriduttiva con peritonecto, omentectomia, splenectomia, eseguito presso l'Istituto dei Tumori di Milano.

11 marzo 2015 Sangaletti Ornella

La sig.ra Sangaletti è membro attivo dell'AFeVA Sardegna fin dalla sua nascita.


SORGENTE Francesco Paolo









C. V. (GN) Francesco Paolo Sorgente

Nato a Vasto (CH) il 10/01/1944

Deceduto a Vasto (CH) il 25/01/2009

Patologia Asbesto-Correlata

MESOTELIOMA PLEURICO

Luogo di Esposizione all'Amianto

Navi e Installazioni del Ministero della Difesa, Marina Militare.

Nota Biografica

Nave Freccia - Brindisi 1966

Nave Saetta- Brindisi 1966

Sommergibile Cappellini – Taranto 1967/68

Sommergibile Toti – Taranto 1968/69

Sommergibile Morosini – Taranto 1969/70

Sommergibile Torricelli – La Spezia 1970

Nave Cavezzale – La Spezia 1973/74

Nave Piave – La Spezia 1974

Nave Cavezzale – La Spezia 1975

COMOS – Brindisi 1981/85

Marinarsen – Brindisi 1985/94

Marinarsen – Messina 1996/97

Marinarsen – La Maddalena 1997/2000


Dopo la sua morte il Ministero della Difesa ha riconosciuto la causa di servizio e in seguito lo status di Vittima del Dovere.

Le unità navali sulle quali ha espletato gli incarichi di Capo reparto, Direttore di macchina avevano tutte una massiccia presenza di amianto, materiale coibente ed isolante per eccellenza nei rivestimenti delle condotte gas di scarico motori, nelle condotte di condizionamento e ventilazione, baderne e guarnizioni in genere. Tenuto conto che vivevano 24 ore su 24, durante la navigazione, a bordo, a stretto contatto con i motori, vorrei sapere perchè il Ministero della Difesa non ha mai sottoposto il personale a delle visite mediche mirate. Se a mio marito avessero fatto presente della presenza di amianto a bordo delle Unità Navali e nelle infrastrutture militari, nel 2000, quando ha iniziato ad avvertire i primi sintomi, i medici avrebbero saputo dove e cosa cercare.

Patrizia Zichina Sorgente


S

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



T

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



U

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica




Vaccargiu Mauro









Vaccargiu Mauro

nato a Gonnosfanadiga il 31/10/ 1959

Patologia Asbesto-Correlata :

Asbestosi

Luogo di Esposizione all'Amianto:

Vari cantieri chimici e centrali elettriche, Nazionali ed esteri

Nota Biografica
Ho 55 anni, sono sposato, padre di cinque figli e nonno di 3 bellissimi nipotini.

Lavoro dall’età di 19 anni, dove le mie prime esperienze lavorative hanno avuto inizio a Zurigo.




Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



W

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica


Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



X

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



Y

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica



Z

Cognome e Nome

nato a                        il

deceduto a                 il

Patologia Asbesto-Correlata

Luogo di Esposizione all'Amianto

Nota Biografica

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (AFeVASardegna_2014_ConsensoAllaPubblicazione_Foto+Dati_SITO_AFEVA_Sardegna.pdf)AFeVASardegna_2014_ConsensoAllaPubblicazione_Foto+Dati_SITO_AFEVA_SardegnaAFeVASardegna_2014_ConsensoAllaPubblicazione_Foto+Dati_SITO_AFEVA_Sardegna68 Kb
Scarica questo file (SCHEDA PERSONALE VITTIMA_BASE.pdf)SCHEDA PERSONALE VITTIMA dell'AMIANTO_BASESCHEDA PERSONALE VITTIMA dell'AMIANTO_BASE20 Kb